Crocchè gigante di  zia Grazia

Crocchè gigante di zia Grazia

Oggi per il Calendario del Cibo Italiano AIFB, si festeggia la giornata nazionale del supplì e delle crocchette, ambasciatrice Antonella Vergari, leggete qui il suo post. http://www.aifb.it/calendario-del-cibo/giornata-nazionale-dei-suppli-delle-crocchette/ Ho deciso di  lanciarmi nella “mischia”, in una giornata dedicata a due prelibatezze fritte della cucina del sud, in memoria di Zia Grazia dalla quale ho avuto la fortuna di imparare molti segreti di cucina. La mia  è una di quelle ricette QB di zia Grazia,  famosa per la sua maestria in cucina e per quel  suo caratteraccio con il quale  però sapeva farsi amare. Siciliana DOP, che  ha  vissuto a Napoli molti anni della sua esistenza per l’amore che la legava a sua sorella e ai suoi nipoti, e che  invece gli suoi ultimi anni di vita li ha passati in questo ameno paese in provincia di Vicenza, dove  pensava  ci fossero solo montagne, cercando furiosamente nei mercati locali gli ingredienti della sua terra, e arrabbiandosi perché, quando  li trovava, non erano come quelli del suo paese;) Tra le sue ricette rimaste nella memoria del gusto di tutti quelli che  hanno avuto la fortuna di assaggiarle ci sono le sue crocchette che nel tempo hanno subito qualche modifica, nella dimensione, per sfidare la bontà del  crocchè gigante di Ninuccio a Meta,  rinomata trattoria di Meta di Sorrento famosa appunto per questo crocchè, tanto decantato  dal suo diletto e amato nipote. Come ogni cuoca d’altri tempi,  i suoi pesi erano qb, perché lei li sentiva nelle mani, mentre io dovrò cercare di darvi un peso ;), la dose giusta comunque la deciderete voi dopo aver assaggiato il sapore dell’impasto. INGREDIENTI 1 KG di...
Tonno al sesamo con chips di cipolle al curry

Tonno al sesamo con chips di cipolle al curry

E’ bello il venerdì chiudere la settimana cenando con gli amici, un momento di socialità che ci rilassa e ci allunga il week end. Spesso però ci si ritrova ad ordinare la pizza a domicilio perchè si arriva alla sera stanche e  senza avere  avuto il tempo di preparare granchè. 🙁  Questo piatto  è un buon compromesso, il tempo di preparazione  è minimo, ma il risultato è di grande livello. 😉 Gli ingredienti possono essere già in casa, i tranci di tonno si possono acquistare surgelati e ve lo consiglio visto che il tonno si può pescare solo in alcune zone e in periodi limitatissimi,   il resto degli ingredienti è di uso pressochè quotidiano quindi facilmente presenti in casa. Vi consiglio di accompagnare  il piatto con un buon prosecco  o a una buona birra artigianale,  il dolce ? …. bè il dolce  lo fate portare  agli amici 😉  Ingredienti 1 cipolla, bianca dolce. 4 tranci di tonno fresco da 130 gr ciascuno ca qb sesamo qb sale e pepe qb curry qb farina qb olio e.v.o Preparazione Passate i tranci di tonno nei semi di sesamo , fino  farli aderire bene alla superficie e salate leggermente ambo i lati. Unite il curry  alla farina e miscelateli bene assieme, la quantità di curry dipende da quanto vi piace 😉 Affettate la cipolla a fette intere, in modo che risultini gli anelli interi di circa 2 millimetri di spessore,  passatela nel composto di farina e curry. Mettete l’olio  in un padella e portatelo a temperatura per friggere. Friggete gli anelli infarinati, una volta fritti, metteteli da parte a raffreddare su della...
Carciofi in cestini di sfoglia con patate, broccoli e asiago

Carciofi in cestini di sfoglia con patate, broccoli e asiago

A casa adoriamo i carciofi preparati in ogni maniera, ma nei cestini di sfoglia con patate, broccoli e asiago, ancora non li avevo preparati. Le verdure di accompagnamento possono variare, le patate invece le lascerei come costante. La misura del carciofo con il suo pezzettino di gambo dovrebbe avere la stessa altezza della formina, anzi sarebbe preferibile se fosse un pò meno alto, in modo che non sbuchi troppo fuori e non si secchino le sue foglie… insomma con qualche accorgimento la prossima volta sarà ancora più buono 😉 … già era buonissimo 😉 INGREDIENTI per 4 cestini 300 gr patate 250 gr pasta sfoglia 200 gr broccoli 130 gr ricotta  30 gr di asiago 4 carciofi Limone-prezzemolo-aglio-timo-scalogno- Vino bianco secco Grana + provolone grattuggiato Olio extravergine di oliva Sale e pepe PREPARAZIONE 1. Pulite i carciofi lasciando 1 cm  di gambo, regolatevi sulla formina che userete, scavateli al centro e immergeteli a mano a mano nell’acqua acidulata con mezzo limone, affinché non si anneriscano. 2. Accomodate i carciofi “a testa in giù” in una casseruola; conditeli con un cucchiaio di olio, uno spicchio di aglio con la buccia, uno scalogno a fettine, un ciuffo di prezzemolo e sale. Bagnate con 70 g di vino e 70 gr di acqua, coperchiate e lasciateli cuocere sul fuoco per un minimo per 20′. 3. Lavate i broccoli e divideteli a cimette; pelate e affettate le patate e cuocete il tutto  a vapore per circa 20′. 4. Una volta cotti, passate i broccoli in padella con 4 cucchiai di  olio, prezzemolo tritato, sale e pepe per  2-3′ sulla fiamma vivace; infine schiacciateli per bene con una forchetta. 5. Schiacciate anche...
Insalata di arance finocchi con olive taggiasche

Insalata di arance finocchi con olive taggiasche

Verdura di stagione, frutta di stagione ed un tocco di sapore taggiasco…che cosa volete di più dalla vita, dopo un’ora di palestra come cura del post Natale?   😉 Ispirata forse da qualche ricetta letta qua e là e dall’insalata di arance che faceva la zia siciliana di Maurizio, oggi ho deciso di preparare questo rinfrescante e gustoso contorno o anche antipasto se si vuole, per me invece è stato un piatto unico! Tutto in tema gennaio …ovviamente 😉 Ingredienti (per 4 persone): 2 arance 2 finocchi con le barbette 80 g di olive taggiasche in salamoia 1 cucchiaino di semi di finocchio ( se si vuole) Olio extra vergine Sale Preparazione: Mondate i finocchi: con un coltello tagliate i gambi all’altezza del bulbo e tenete da parte le barbette. Tagliateli in quattro, eliminate il torsolo centrale e sciacquateli accuratamente sotto l’acqua corrente. Tagliateli a spicchi sottili sottili e raccoglieteli in una ciotola. Pelate al vivo le arance e tagliatele a rondelle sottili, tenendo da parte il succo che ricaverete. Mettete tutto in una ciotola e unite anche i semi di finocchio e le olive. Condite il tutto con un filo d’olio, un pizzico di sale e il succo delle arance. Guarnite con le barbette dei finocchi servite e gustate 😉  ...
Tarte al radicchio tardivo di Treviso, topinambur e pancetta

Tarte al radicchio tardivo di Treviso, topinambur e pancetta

Ancora il radicchio Trevisano tardivo grazie a degli amici che me ne hanno portato a casa-direttamente da Treviso-una cassetta da 5 kg 😉 Mi ha stuzzicato questa ricetta che lo vede abbinato ai Topinambur (e che io non sono solita usare.) 😉 Avrei potuto usare le patate rosse, in quanto sono di una pasta consistente simile al  Topinambur, ma quest’ultimo,  pur essendo un tubero, è molto meno ricco di amido e molto più ricco di ferro rispetto alle patate. Anche questa preparazione è veloce e avendo tutti gli ingredienti si può fare benissimo al rientro dal lavoro, per portare a cena una cosa un pò diversa…e poi a casa mia adorano le torte salate…(veramente anche quelle dolci eh!) 😉 INGREDIENTI per 6 persone  tempo di impegno 1 ora e 40 minuti circa 350 gr di topinambur 3 cespi di radicchio tardivo di Treviso pulito Un cerchio di pasta sfoglia per coprire una tortiera di 20 cm di dm, lo spessore non deve essere troppo sottile meglio prenderla o farla  con un buon spessore. 100 gr di pancetta tagliata a fette sottili 50 gr di burro pangrattato alloro Sale grosso PREPARAZIONE Lavate e Pelate i topinambur, affettateli e metteteli in padella dove avrete fatto sciogliere  30 gr di burro, un pizzico di sale grosso e qualche foglia di alloro, Copriteli e stufateli su fuoco basso per circa 20-25′ minuti. Nel frattempo lavate i gambi di radicchio, senza eliminarne la costa perché quando è freschissimo, è molto dolce e croccante, e divideteli in 4 o 6 parti a seconda del diametro del radicchio. Metteteli nella padella dei topinambur a fine cottura e lasciateli...
Involtini di radicchio e speck

Involtini di radicchio e speck

Ricettina veloce per  darvi qualche indizio sulla sfida di Gennaio … oggi festeggiamo la Befana e sono finite le feste 😉 Dicono che il triangolo rende vivo il matrimonio 😉 …qui il triangolo di sapori rende sicuramente viva e gustosa la pietanza, certo gli ingredienti sono degli artigiani scelti da Prelibata e non ho altro da aggiungere 😉 INGREDIENTI per 4 persone 2 cespi di radicchio tardivo di Treviso 1 spicchio d’aglio 150 gr di provola affumicata 100 gr di speck affettato sottile Rametti di rosmarino Olio E.v.o Sale e pepe PREPARAZIONE Mondate i cespi di radicchio e tagliateli per il lungo in quattro spicchi. Schiacciate lo spicchio di aglio e fatelo rosolare in una padella con 3-4 cucchiai di olio. Levate l’aglio, unite il radicchio e fatelo cuocere a fuoco lento per una decina di minuti. Al termine condite con un pizzico di sale e una macinata di pepe. Tagliate a fette e quindi a listarelle la provola affumicata e distribuitela negli spicchi di radicchio. ( Viene bene anche con il gorgonzola morbido) Arrotolate a involtino gli spicchi di radicchio con la provola e avvolgete ogni involtino in 2 o 3 fette di speck, chiudeteli con un rametto di rosmarino. Disponete gli Involtini in una pirofila, condite con un filo di olio, sale e pepe e infornate a 180° C per una decina di minuti. Veramente Prelibatosi! ...