Gratin di pane profumato

Gratin di pane profumato

Settimana delle spezie,  giornata della Noce Moscata, nel meraviglioso calendario del cibo Italiano dell’Associazione Italiana Food Blogger.

Chissà cosa ci farà scoprire l’ambasciatrice della Noce Moscata Sabrina Gasparri  nel suo blog  😉

http://www.aifb.it/calendario-del-cibo/settimana-delle-spezie/

13181046_10206273929993608_1159895290_n

Io amo le spezie e le erbe aromatiche  che in cucina comunemente chiamiamo odori, senza ovviamente confonderli con ben altri odori 😉

Il sapiente utilizzo delle spezie e degli odori in cucina rende i piatti più gustosi e saporiti evitando così di esagerare con i grassi.

Ricordo i viaggi in Marocco ed in Egitto, a zonzo nei  Souk in cerca del  venditore di spezie,

lo si riconosce da lontano seguendo l’aroma e distinguendo tra i vasi di terra cotta un arcobaleno di  meravigliosi colori che ricordano l’autunno in collina.

Le spezie possono essere, parti di fiori o di frutti dai bottoni floreali come i chiodi di garofano o stimmi come il prezioso zafferano, o  corteccia  come la cannella o  semi come nel caso del pepe e della Noce Moscata, spezia che oggi utilizzo nel mio piatto di recupero.

Della noce moscata si trovano tracce già nei libri di medicina antica per le sue proprietà benefiche, veniva utilizzata come cardiotonico, coadiuvante della circolazione, agendo anche come regolatore di pressione, utile in tisane per le malattia da raffreddamento.

A dire il vero io l’ho sempre adorata senza sapere delle sue proprietà benefiche solo perché mi ricorda il profumo della cucina della nonna quando mi preparava gli gnocchi al burro con la grattugiata di parmigiano e noce moscata 😉

uid_1559bbc56c3.650.340

Per la giornata della noce moscata vi vorrei proporre una golosa ricetta di recupero con il pane, nella quale ho utilizzato un latticino tipico della zona in cui momentaneamente mi trovo per le vacanze.

Ho infatti utilizzato la provola fresca affumicata, usata qualche giorno dopo della sua produzione, in modo che abbia già “cacciato ” un bel po’ di latte e quindi risulti un po’ più asciutta;)

A casa utilizzo il mitico Asiago della Via Lattea …..raccontatemi voi invece che formaggio utilizzerete, basta che sia artigianale perché ha un altro sapore!

parola di Prelibata 😉

INGREDIENTI

300 gr di latte

100 gr di provola fresca affumicata

100 gr di grana padano grattugiato ( me lo sono portata da casa )

2 uova

una bella, ma molto bella grattugiata di noce moscata 

burro q.b

sale

pepe nero in grani q.b 

4 fette di pane casereccio

( ho usato il pane cafone tipico di queste zone, potete usare il pane vecchio a fette delle vostre  di zone )

PREPARAZIONE 

Sbattete le uova in una ciotola, unitevi il latte, abbondante noce moscata grattugiata, un pizzico di sale e una generosa macinata di pepe.

Inzuppatevi le fette di pane, lasciate che assorbano bene il liquido, quindi disponetele in una pirofila che le contenga.

Mettete la prima fetta e sul pane distribuite metà della provola tagliata a fettine  poi il grana e altra noce moscata,

posizionate quindi ad una ad una le altre fette nella pirofila e cospargete anche queste fette di provola, grana e noce moscata.

Distribuite qualche fiocco di burro e passatele al forno a 180° per 25′.

Servite il gratin di pane e formaggio caldo…..cmq è buono anche freddo 😉

IDEA: potete fare questo gratin anche in pirottini monoporzione,  per un buffet in piedi 😉

IMG_0876-001

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: