Merluzzo alla vicentina, piatto della tradizione

Merluzzo alla vicentina, piatto della tradizione

“Vicentina magnagati”, questo è quello che mi viene detto subito dopo avermi chiesto qual è la mia città natale.

Io rispondo solitamente con un sorriso, un po’ stupita che questo antico detto abbia superato di gran lunga i confini regionali.

 A volte mi dilungo spiegando l’origine di questi detti veneti, oppure rispondo ironicamente: “ si ma la coda la lasciamo agli altri 😉 

Ovviamente scherzo, visto che mi fa rabbrividire solo l’idea che la mia povera micia e tutti i suoi amichetti possano fare questa brutta fine in una pentola!  : (

Altra domanda che mi viene sempre fatta è, qual’è il piatto tipico della mia città, aspettandosi chiaramente che io risponda…”Micia in salmì”

Invece stupisco tutti dicendo… Baccalà alla Vicentina!

Il baccalà alias lo stoccafisso,  cioè il merluzzo conservato sotto sale.

Un piatto molto prelibato e riconosciuto, tanto da essere tutelato da una Confraternita.

Un piatto – vanto della tradizione culinaria veneta – che difficilmente viene fatto a casa, non per la difficoltà,

ma per i tempi di preparazione che sono lunghissimi!

Per mangiare il baccalà alla vicentina si va nei ristoranti, oppure nelle gastronomie specializzate.

La mia nonna almeno una volta all’anno (con molto vanto!)  preparava il Baccalà alla vicentina secondo la ricetta tradizionale, infestando la casa e il vicinato con l’odore del pesce;

però devo ammettere che veder sobbollire i pezzi di stoccafisso – prima tenuti a bagno per molte ore in latte e olio – nella teglia di terracotta che veniva usata solo per il baccalà, preannunciava sempre una grande festa  😉

E’ per tutto ciò che con grande contentezza,  ho creato la mia versione della ricetta dello chef poeta Amedeo Sandri che, in un corso di cucina della tradizione,  ci ha proposto questo ” Merluzzo alla vicentina”.

Provatelo è veramente molto buono!

Ingredienti per 8 persone

8 filetti di merluzzo anche surgelato

4 filetti di acciuga

1 cipolla

1 spicchio di aglio P

1 bicchiere di olio e.v.o

1/2 litro di latte

q.b farina bianca, sale, pepe bianco,

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

Formaggio grana Padano

Procedimento

Asciugate i filetti di merluzzo, infarinateli e sistemateli in una teglia.

Nel frattempo preparate le acciughe sgocciolate dall’olio e sminuzzate.

Tritate finemente la cipolla e l’aglio e  in un pentolino fateli appassire (senza far prendere colore) con l’olio.

Aggiungete le acciughe sminuzzate e continuate a cuocere dolcemente per qualche minuto, quindi filtrate il tutto con un colino, raccogliendo l’olio in una ciotola.

Versate il contenuto del colino sopra i filetti di merluzzo, copriteli con carta da forno oliata e infornate a 100 gradi per 45 minuti circa.

Trascorso questo tempo, mettete sul fuoco un tegame antiaderente con l’olio precedentemente filtrato, il latte, il prezzemolo e un pizzico di sale e pepe;

portate ad ebollizione, quindi unitevi il merluzzo e il  formaggio grana e lasciate cuocere dolcemente per 20 minuti circa,

smuovendo di tanto in tanto il recipiente, senza però mai mescolare e servitelo con una polenta calda. ….. Qui inizia un’altra storia 😉

fichi &co 009

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: