Pane integrale Biodinamico

Un mese di lontananza tra me e il mio blog, ma  non tra me e miei fornelli 😉

Un mese in cui sono successe tante cose, la più importante un corso di fotografia nel quale ho conosciuto un gruppo di pazzerelle e simpaticissime  foodblogger venete , meravigliosamente brave e ricche di saperi.

Una meravigliosa insegnante, che mi ha sconvolto la vita <3

L’inizio di un nuovo regime alimentare, per combattere gli effetti collaterali della fase di vita  post 50 anni,  alla scoperta di  legumi e antichi cereali

e la  voglia crescente della  ricetta perfetta con ingredienti perfetti …. maledetta primavera 😉

La voglia di fare  il pane a casa ce l’ho fin da quando ero bambina.

Una voglia  innata  e non trasmessa per linea ereditaria da mamma o nonne, che lo hanno sempre e solo comperato !

Per questa mia “..sana”  passione, sono velocemente capitolata di fronte ad una  delle prime macchine per fare il pane uscite in commercio,

nella stessa  maniera in cui   ero rimasta affascinata dal  Dolce forno, tanto da regalarlo a mia figlia,  perchè  Babbo Natale a me non l’aveva mai portato 😉

Mai, nessun pane fatto a casa mi aveva  fatto raggiungere un tale livello di soddisfazione, come quello del pane in pentola fatto domenica 1 maggio.

Un godimento così grande che ho deciso che merita la condivisione …ed ora ve lo racconto  😉

IMG_0383

INGREDIENTI una pagnotta di circa 500 gr

400 gr di farina integrale BioDinamica Pandora Universe®

300 gr di acqua fredda  da rubinetto

10 gr scarsi di lievito di birra

sale 1 cucchiaino da caffè

fiocchi di segala o crusca

semi di sesamo, zucca, girasole, papavero

Farina gialle di mail bioDinamica Pandora Universe®

IMG_0386

PREPARAZIONE 

In una ciotola setacciate la farina, aggiungete  il sale  e miscelate i due ingredienti secchi.

Sciogliete il lievito con un pò dell’acqua e ponetelo al centro della farina, iniziate a girare continuando ad aggiungere l’acqua.

Il composto risulterà bagnato ed appiccicoso.

Coprite la ciotola con la pellicola trasparente o con un piatto e lasciate lievitare a temperatura ambiente per almeno 12 ore.

L’impasto raddoppierà e la superficie sarà tutta bollicine.

Il sapore del pane sarà dato proprio dalla lunga lievitazione.

Passate le 12 ore, raddoppiato il volume, versate l’impasto in una spianatoia infarinata , tondeggiate la forma.

Mettete un canovaccio infarinato e ponete l’impasto sopra , rigirandolo nuovamente, in modo che tutti e due i lati si siano infarinati .

Spolverateci sopra la segala e i semini di sesamo .

Ripiegate l’impasto in modo che i semini siano all’interno e lasciate lievitare per altre due ore.

Nel frattempo prendete una pentola del diamentro di circa 25 cm di ghisa, cotto o rame.

Oliate le pareti interne e spolverizzatela con farina di mais e semini di sesamo e girasole.

Accendete il forno a 250° statico.

Mettete l’impasto nella pentola spolverizzatelo con semi di sesamo e di papavero e coprite, infornate per 30′ nella parte bassa del forno.

Passati i 30 minuti togliete il coperchio e lasciate in forno per altri 15 – 20 minuti.

Tirate fuori e lasciate raffreddare.

Profumato e sano, ricco di fibra e di sapore può essere usato per la prima colazione o per accompagnare le vostre pietanze.

Si mantiene per una settimana, conservato in un sacchetto per alimenti o in un contenitore per pane.

Per conoscere la Bio Dinamica del terzo millennio  visitate il  sito di Pandora Universe®

per conoscere le qualità del cibo Bio Dinamico e i benefici per il nostro organismo visitate Prelibata ;)

IMG_0389

Share

2 Commenti

  • comment-avatar
    ricettedacoinquiline 8 maggio 2016 (9:53)

    Ma che cosa particolare *-* un pane in padella! Sapevo la pizza XD ben tornata 😀

    • comment-avatar
      Prelibata 9 maggio 2016 (15:35)

      Pane in pentola, la padella ha bordi troppo bassi, il pane cresce.
      Penso che dalle foto si comprenda la misura della pentola altrimenti scrivimi che ti prendo le misure del bordo … 😉
      Grazie 😉

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: