Tortelli di spada agli agrumi

Tortelli di spada agli agrumi

Per il Calendario del cibo Italiano dell’AIFB oggi è la giornata del pesce spada , ambasciatrice Marianna Bonello  , leggete che cosa ha da raccontarvi,

http://www.aifb.it/calendario-del-cibo/giornata-nazionale-del-pesce-spada/

13181046_10206273929993608_1159895290_n

La giornata del pesce spada…

mi richiama alla mente quella sottile, perversa soddisfazione che prende a tutti quelli che di prima mattina,  riescono ad  andare in pescheria o direttamente al porto, e vedere steso sopra il  bancone quel pesce argenteo,  imponente e minaccioso, con la sua lunga spada,

come un guerriero sconfitto con onore, mentre intorno a lui i pescatori continuano a scaricare casse di pescato.

Tagliato a tranci e senza la presenza di spine perchè è un pesce osseo, il pesce spada è uno dei pesci più semplici da cucinare,

infatti anche sulla griglia con uno sbattutto di prezzemolo, limone olio e sale è un pesce che ci da sempre molte soddisfazioni.

Ma per questa giornata voglio rendere omaggio con una ricetta che mi dicono  antica 😉

Ho assaggiato questo piatto per la prima volta qualche anno fa durante una rievocazione storica,

 mentre ascoltavo cantastorie e narratori di antichi versi nella piazzetta del  borgo di Schiazzano, un paesino del ‘600 situato sul promontorio davanti Capri.

Questo piatto viene proposto nel ristorante “da Francesco“, che da almeno 3 generazioni conducono il piccolo ristorante sito proprio nella piazzetta di Schiazzano. Fa parte del loro ricettario di famiglia da sempre.

 Lucio, proprietario e chef  oggi insieme al giovane  figlio Francesco, mi ha raccontato che nel tempo,  la ricetta ha subito delle trasformazioni, per ovviare alla frequente allergia ai crostacei che molti  clienti dichiarano di avere.

Io però voglio proporvi la versione originale.

Vengono chiamati Tortelli ma in realtà sono gnocchi ripieni.

I pesi, come spesso succede nella ricostruzione delle ricette non sono precisi e vanno a discrezione della cuoca o del cuoco ma ..si sa 😉 questo è possibile perchè non siamo in pasticceria!

INGREDIENTI per 4 persone

600 gr di patate medie

70 gr di farina c.a ( dipende molto dalle patate) + farina per la spianatoia

40 gr di fecola di patate

1 fetta di spada di circa 500 gr

1 piccolo astice ( è possibile sostituirlo con 5-6 scampi oppure con 200 gr di gamberi)

1 limone non trattato ( in questo caso IGP di Sorrento)

1 arancia non trattata

50 gr di burro

un bicchiere di vino bianco secco

Un mazzetto di prezzemolo, ben lavato e tratitato

PREPARAZIONE

Iniziate con l’astice, bollitelo e lasciatelo raffreddare, ricavandone poi tutta la polpa.

In una padella con un filo di olio cuocete il trancio di Spada, dopo averlo ben lavato, sfumatelo con un po’ di vino bianco secco e

lasciate che cuocia piano piano; verso la fine aggiungete l’astice o i gamberetti o gli scampi ben lavati e sgusciati se avete optato per quest’ultimi.

Tritate la polpa dello spada insieme ai crostacei creando un composto omogeneo che andrà a riempire gli gnocchi.

Nel frattempo lessate le patate ben lavate ma con la buccia.

Sbucciatele e passatele nello schiacciapatate facendole cadere sulla spianatoia  infarinata, aromatizzatele con una grattugiata di 1/4 di arancia e di 1/4 di limone e  un pizzico di sale.

Impastate con la farina e la fecola in modo da rendere l’impasto lavorabile,

con il matterello stendete l’impasto ad un’altezza di 0,3 mm ca. e con una forma tonda da biscotti formate tanti  cerchietti in numero pari.

Nella metà di essi ponetevi al centro l’impasto di spada e crostacei.

Con un pennello leggermente umido, bagnate poi i bordi dei tondini e copriteli con il secondo tondino, schiacciateli leggermente con la forchetta, in modo che i lati siano sigillati.

Portate a bollore  in una pentola l’acqua, salatela e contemporaneamente in un padella antiaderente mettete il burro a sciogliere insieme alla rimanente buccia grattugiata di limone e di arancia.

Quando l’acqua bollirà, salatela e versate 3-4 gnocchi alla volta, quando verranno a galla, raccoglieteli con uno mestolo forato e, con un pochino della loro acqua di cottura,

metteteli pochi minuti nella padella dove c’è il burro, affinché si mantechino con  il sugo agli agrumi e serviteli 😉

IMG_0831-001

Ultimo tocco una spolverata di prezzemolo  e poi…è pronto tutti a tavola 😉

Buon pesce spada a tutti !

IMG_0833-001

**La ricetta può essere fatta anche solo con il pesce spada cotto con uno o due pomodorini e senza crostacei.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: