Tortelli di patate ripieni con salsa di burro alle nocciole

Tortelli di patate ripieni con salsa di  burro alle  nocciole

Ogni cosa ha la sua stagione.

A casa mia si diceva:”questo mese è il momento di   “mettere via.….” e seguiva il nome della frutta e della verdura di stagione, che in quel  periodo dell’anno abbondava negli orti dei parenti ed amici, o venduta ad un buon prezzo al mercato ortofrutticolo.

Non c’eravamo ancora inventati  i grandi supermercati, dove si può trovare di tutto.

Ma questa, è veramente una fortuna?

Mi è piaciuto rivivere quei momenti del “mettere via ” nei libri di Simonetta Agnello Hornby , nel suo “Pranzo a Mosè” e nel suo “Un filo d’olio”, li avete letti? Fatelo ne vale la pena !)

Avete mai ceduto alla tentazione di una fragola a Febbraio e di un pomodorino a gennaio?

A me è successo, pensando di farmi un regalo, vistoil costo, ma  me ne sono pentita  🙁

Coltivazioni in serra, fioriture forzate…, quando cuciniamo dovremmo scegliere i nostri ingredienti  bendate, utilizzando non la vista, ma l‘olfatto e, se fosse possibile, il gusto.

Allora sì ne vedremmo delle belle!)   Anzi ne annuseremo….. Che ne dite?

Tutta questo per dirvi da dove era nata la voglia improvvisa di fare questi tortelli una domenica mattina senza aver programmato nulla, ricetta questa dello chef Amedeo Sandri che io ho rielaborato,  perchè, come dice lui, “le ricette devono essere sempre interpretate e personalizzate”.

Avendo in dispensa dei buoni prodotti, conservati come facevano le nonne o come faremmo noi se la nostra vita non andasse così di corsa,  in quattro e quattr’otto ho deciso per questi tortelli  ;)…

 

 

Consiglio: Cose da non fare in questa ricetta…. diminuire la qt di farina come ho fatto io, perchè anche se riuscite a tirare la pasta di patate, al momento della cottura i ravioli vi si sciolgono nell’acqua 🙁  ed è un peccato perchè sono veramente troppo buoni per lasciarli sciogliere nell’acqua. 🙂

 

 

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

Per i TORTELLI

  • 1 kg di patate farinose, ottime le patate di montagna perchè più asciutte ed adatte alle preparazioni tipo gnocchi
  • 200-300 gr di farina ( la qt di farina dipende molto dalle patate, non superate mai i 300 gr per 1 kg di patate)
  • 1 uovo
  • 1 manciata di grana grattuggiato
  • q.b. sale, noce moscata, farina bianca per la spianatoia,  1 uovo

Per il RIPIENO

300 gr di radicchio rosso di treviso ( abbiamo scelto tra le specialità di allevamento Master avendo deciso all’ultimo momento per questa ricetta, quindi i pesi da me utilizzati sono inferiori perchè sono già cotti mentre quello segnato è  per il peso a crudo )

2 scalogni

2 uova

50 gr di asiago saporito 

q.b sale, pepe, olio E.V.O

Per il CONDIMENTO

120 gr di burro

24 nocciole sgusciate ma non pelate

q.b sale, gran grattugiato, olio e.v.o

PROCEDIMENTO

Preparazione Tortelli:

  1. Lessate le patate con la buccia in acqua fredda salata. Una volta cotte, pelatele e passatele con lo schiacciapatate ancora bollenti, quindi stendetele a raffreddare e asciugare su di una spianatoia.012

 

2.Lavorate le patate schiacciate da fredde e impastatele con la farina, il grana, l’uovo intero, poco sale e noce moscata, fino a formare una palla. Che andrete successivamente a stendere ( attenzione, è vero che meno farina si incorpora, migliore è il gusto del raviolo, ma è anche vero che la patata senza la farina necessaria in cottura si sfalda maggiormente .. come è un pò successo alla sottoscritta 😛 )

014

3. Preparate il ripieno: fare appassire gli scalogni tritati in 4 cucchiai d’olio, poi unire il radicchio. Mescolate, salate e fate insaporire per una decina di minuti, quindi tritate il tutto finemente e lasciate raffreddare. Se utilizzate quelli dell’allevamento Master, il tempo di cottura si riduce a 4/5 minuti. Una volta freddo aggiungete l’asiago tagliato a pezzetti. In un pentolino fate sciogliere a bagnomaria il burro.

4. Stendere un poco per volta l’impasto da gnocchi sulla spianatoia infarinata, sino ad uno spessore di 0,5 cm. Ricavate dei dischi, spennelate i bordi con l’uovo sbattuto, farciteli col ripieno di radicchio e chiudeteli a mezzaluna.

015

016

 

5. Mentre portate a bollore una pentola con acqua salata  e 2-3 cucchiai d’olio, tritate e tostate le nocciole in un pentolino al quale aggiungerete in seguito il burro, che si scioglierà assieme alle nocciole, formando il condimento. Buttate in tortelli nell’acqua salata bollente, possibilmente 2-3 alla volta, verranno a galla, raccoglieteli scolando l’acqua poneteli nel piatto e conditeli con il burro fuso con le nocciole ed una spolverata di grana grattuggiato.

 

Semplicemente deliziosi anche se si sono leggermente …. 😉

025

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: