Il Natale con Prelibata

Il Natale con Prelibata

Manca un mese e 3 giorni al Natale e come sempre il tempo è relativo. Quando un Dono è al 200% artigianale, il tempo non è mai troppo ed ora vi raccontiamo il perché. Natale è una  festa che porta con sé luci, magiche atmosfere, regali simbolici e regali importanti, pranzi e cene conviviali e speriamo anche un bel po’ di buoni sentimenti che male non fanno! Noi di Prelibata ci sentiamo particolarmente ispirati in occasione di questa festa e abbiamo preparato dei doni davvero speciali, ispirandoci alle nostre Prelibox mensili. Come vi dicevo, i nostri doni di Natale sono al 200% artigianali: il primo 100% è perché contengono i prodotti delle aziende agricole scelte da Prelibata e  il secondo 100% è perché  anche le confezioni sono artigianali, uniche e diverse una dall’altra, ma tutte elaborate con il medesimo stile, lo stile di Prelibata 😉 Tutte le  scatole e le bag sono rivestite in stoffa di cotone e lino perché una volta passato il Natale si possono riutilizzare, per contenere il cambio di stagione, i colori ed i giochi dei bambini, nastri, bottoni o…quello che più vi pare. perché l’attenzione  per l’ambiente si esprime anche evitando  lo spreco delle confezioni e dei cesti, questa è la nostra filosofia! Ecco le nostre proposte:  PRELIBOX ORO, INCENSO E MIRRA I doni più preziosi! Pacco Oro   Il nostro viaggio parte dal sud in Campania, dal golfo di Salerno, precisamente da Cetara,  dove troviamo un piccolo laboratorio avviato dal signor Pasquale Battista nell’immediato dopo guerra e oggi in mano ai figli che hanno mantenuto l’antica lavorazione tutta manuale di Alici e Tonno, conservati in olio extra vergine...
Gli antichi vigneti di Podere Volpaio

Gli antichi vigneti di Podere Volpaio

  Il nostro Paese è sicuramente tra i più belli del mondo per il grande patrimonio artistico, culturale, naturalistico ed enogastronomico di cui  tutta la penisola è ricca. La Toscana è di sicuro una delle regioni simbolo di questo patrimonio tutto italiano. Una regione dalle diverse sfumature di colore verde che ammantano le  colline tra le quali fanno capolino borghi e antichi campanili, che hanno saputo mantenere tutta la loro toscanità 😉 Ricca di arte e di cultura, famosa per la sua buona cucina casalinga e  per  i suoi prodotti della terra e per gli eccellenti vini ed olio, aspettava solo il momento giusto per essere inserita tra le eccellenze di Prelibata. Ed il momento giusto è arrivato, quando abbiamo assaporato i vini del  Podere Volpaio e conosciuto la storia di questa favolosa azienda vinicola nel cuore di Vinci,  magnifica terra che ha dato i natali al geniale Leonardo 😀 Quando si arriva al Podere  Volpaio si apre uno scenario meraviglioso: una campagna collinare dalla quale spuntano piccole pievi, illuminate da un cielo  più azzurro e più immenso e da una luce veramente unica 🙂   La storia del Podere inizia tanti, tanti anni fa, le prime notizie certificate sono del 1890, quando il bisnonno Emilio iniziò a lavorare nei campi come agricoltore, allevatore di vitelli e produttore di vini e olio. Emilio Prosperi passò poi il testimone a suo figlio Umberto che iniziò a vendere ed acquistare vari poderi nel territorio della Valdelsa fino ad arrivare al figlio Fiorino che, negli anni ’60, decise di stabilirsi nel podere denominato Volpaio, abbagliato dalla bellezza dei suoi fabbricati risalenti al ‘500. Ora il Podere...
L’orgoglio di Casa Guarnieri

L’orgoglio di Casa Guarnieri

La famiglia Guarnieri mi apre le porte della sua casa e mi racconta la storia di tre generazioni di allevatori, iniziata con nonno Agide in Emilia Romagna… In mezzo al verde della Pianura Padana, sorge quest’azienda che ha l’aspetto di una vecchia fattoria e che costeggia la cinta muraria di Carmignano del Brenta e la caratterizza come un paesaggio tipico del mio Veneto. Una passione per i salumi che si tramanda fino ai giorni nostri, unita anche al grande rispetto per l’ecosistema:  all’interno dell’allevamento noto subito una serie di ambienti spaziosi e confortevoli che sono ideali per la crescita sana e naturale dei suini, garantendo condizioni di vita ottimali ad ogni singolo animale. In collaborazione costante  con i ricercatori dell’Università di Padova per la sperimentazione di nuove tecniche volte a ridurre l’uso dell’acqua e per permettere il riutilizzo virtuoso delle deiezioni animali nel ciclo agricolo, è stato messo a punto nell’allevamento un impianto all’avanguardia di fitodepurazione delle acque. Fitodepurazione, lo dice già la parola stessa, significa depurare con i vegetali. I processi di depurazione naturale delle acque vengono realizzati nell’impianto da un insieme di reazioni chimico-fisiche e biologiche, svolte dai microrganismi e dalla vegetazione che avvengono con continuità durante tutto l’anno, anche nel periodo invernale, in quanto le piante, sebbene in riposo vegetativo, mantengono in atto i processi di scambio con i microrganismi ad opera dell’apparato radicale. Le deiezioni animali, dopo aver provveduto al recupero di parte del liquido da destinare alla fitodepurazione, vengono inviate in vasche sotterranee ermetiche in cui avviene la fermentazione naturale che produce gas metano (biogas). Tale combustibile viene poi utilizzata per produrre  energia elettrica attraverso un impianto di cogenerazione....