• risotto alle ere aromatiche

Risotto alle erbe aromatiche con crema alla vicentina

Risotto alle erbe aromatiche con crema di merluzzo alla vicentina e cialdina croccante al parmigiano:

Questa ricetta partecipa al Contest Rice Blogger 2018– chef Giuseppina Carboni”, presentato da Parmigiano Reggiano.

risotto alle erbe aromatiche

Le ricette partecipanti vengono valutate secondo i seguenti parametri:

  • presentazione del piatto
  • difficoltà di esecuzione
  • qualità della foto
  • gradimento della ricetta
  • economicità degli ingredienti
  • salubrità

La preparazione di un piatto inizia con la scelta di buoni ingredienti

Niente racconti in questa preparazione, niente storie di artigiani o di cibo locale ma solo la voglia di creare e mettersi in gioco con degli ingredienti che sono nel mio quotidiano.

  • Ho scelto il riso essiccato sull’aia della tipologia Vialone nano, perché da quando l’ho scoperto non riesco più a farne a meno.

L’essiccazione lenta fatta al sole lascia il cuore del chicco integro, senza crepature. Questa sua caratteristica dà al riso un sapore più intenso  e migliora anche il sapore degli ingredienti che di volta in volta gli abbiniamo. Il riso è di Isola della Scala.

Dato il periodo ho scelto di profumare questo mio risotto con delle erbette aromatiche, prediligendo un profumo leggermente agrumato.

  • Per il brodo vegetale ho scelto il Levistico.
  • Per la salsa alle erbette ho usato: Timo limonato, basilico greco, basilico, maggiorana, menta e qualche fogliolina di salvia Greggii della quale ho usato anche i fiori come decorazione. I fiori di Borragine solo per la decorazione del tovagliolo.

 

 

 

risate e risotti contest

Vicentinità e tocco creativo

Ho pensato di accompagnare questo risotto alle erbe aromatiche con una crema montata di merluzzo alla vicentina, perché l’ho preparato un po’ alla maniera del baccalà alla vicentina. Il tocco creativo è dato invece da delle cialdine croccanti, preparate con farina di riso nero integrale, parmigiano reggiano, pepe timut e acqua. L’idea era di far gustare la spuma di merluzzo alla vicentina anche separata dal risotto, accompagnandola con una cialdina come se fosse un biscotto da gelato.

Ingredienti e preparazione  per 4 persone

1) Partiamo con la preparazione della cialdina di farina di riso nero e parmigiano reggiano

  • 100 gr di farina di riso nero integrale
  • 50 gr di parmigiano reggiano 30 mesi
  • acqua tiepida 250 ml
  • pepe timut

Preparazione:

  1. Metti la farina in una terrina
  2. Aggiungi il parmigiano
  3. Una macinata di pepe
  4. A filo fai scendere l’acqua e impasta con la frusta

Attenzione: non devono formarsi grumi.

  • Fai scaldare la macchina per fare le cialde e procedi con delle piccole quantità, circa due cucchiai alla volta. La cialda è pronta quando la superficie si stacca agevolmente dalla pressa e l’impasto appare asciutto.

risotto alle erbe aromatiche

risotto alle erbe aromatiche

2) Fase due: La preparazione del Merluzzo alla Vicentina

Ingredienti per il Merluzzo alla vicentina  per il risotto.

  • 2 filetti di merluzzo anche surgelato
  • 3 filetti di acciuga
  • mezza cipolla bianca
  • olio e.v.o
  • 1/2 litro di latte scarso
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • Parmigiano Reggiano 20 gr circa.

Ecco come procedere:

  1. Tritate finemente la cipolla e in un pentolino fatela appassire (senza che prenda colore) con l’olio.
  2. Nel frattempo preparate le acciughe sgocciolate dall’olio e sminuzzatele.
  3. Aggiungete le acciughe sminuzzate e continuate a cuocerle dolcemente per qualche minuto. Quindi aggiungete i filetti di merluzzo tagliati a pezzi e lasciateli sul fuoco per qualche minuto, fino a quando la parte esterna del pesce non diventerà bianca.
  4. Togliete dal fuoco e aggiungeteci il latte fino a quando non coprirà il merluzzo, mettetelo sul fuoco e portate ad ebollizione.
  5. Aggiungete quindi il parmigiano reggiano e una manciata di prezzemolo
  6. Fatelo cuocere molto lentamente su una fiamma dolce, per circa 20 minuti.

preparazione merluzzo alla vicentina

Pronti per il risotto

per 4 persone

  • 320 gr di riso Vialone nano
  • 2 lt circa di brodo vegetale, preparato con acqua e Levistico
  • 1/4 di litro di vino Durello
  • erbette aromatiche, tritate negli ultimi 5 minuti di cottura del riso e aggiunte alla fine
  • 150 ml di panna (per la crema di merluzzo)
  • olio extravergine

Preparazione

  1. Per fare un buon risotto serve anche la pentola giusta. Per 4 persone ho utilizzato una pentola con un diametro  di 25 cm, con bordi alti 8-10 cm.
  2. Metti 2-3 cucchiai di olio extravergine nella pentola e accendi il fuoco a fiamma dolce.
  3. Aggiungi il riso e giralo per 3-4 minuti finché non vedi che i chicchi sono diventati quasi trasparenti.
  4. Allora versa il vino e fallo sfumare a fiamma più vivace.
  5. Una volta che il vino è sfumato, inizia a versare il brodo vegetale di Levistico, un mestolo alla volta.
  6. Il mestolo successivo va versato quando il brodo del precedente si è quasi del tutto asciugato.
  7. Il risotto va girato spesso anche se tra una girata e l’altra bisogna riuscire a fare anche dell’altro..tipo:
  • Metti sul fuoco un pentolino con la panna e riscaldala, ma non deve bollire.
  • Nel bicchiere del frullatore da immersione versa la panna riscaldata e il merluzzo alla vicentina, il suo sughetto deve essersi quasi del tutto  asciugato.
  • Frulla il tutto fino a quando non sarà diventato una crema leggermente montata. Per servirla io l’ho inserita in una sac a poche

Tempo di cottura per il risotto 15 minuti, a fine cottura aggiungi le erbette aromatiche tritate per bene e  un cucchiaio di crema di merluzzo per mantecare. Regola di sale se necessario e servi. Pranzo della domenica o Buffet in piedi?

Per accentuare il sapore di erbette selvatiche  ho preparato una specie di pesto alle erbette.

Metti una manciata di erbette con un pò di olio e a piacere del parmigiano in un piccolo mixer e frulla. Servi il pesto come decorazione del risotto al piatto o del risotto in coppa.

 

risotto alle erbe aromatiche

risotto alle erbe aromatiche

 

Prima di lasciarci:

Se frequenti il mio blog, sicuramente ti ho lasciato un po’ spiazzata con questa ricetta.

Anche se non ci sono storie in questo post la ricetta è frutto di tre racconti:

  1. Le Ostie stirate della zia Marchesa, mi sono divertita troppo quando le ho preparate ed aspettavo solo l’occasione giusta per provare a farle  salate.
  2. Il baccalà alla vicentina senza baccalà è sicuramente un’altra bella ricetta da poter fare a casa senza problemi.
  3. Il Blog Tour alla festa del riso di Isola della Scala, perchè se non ci fossi andata non avrei mai scoperto il riso essiccato sull’aia.
  4. Avrei continuato a raccontare storie se non avessi già scritto..Il riso del Palladio.
  5. E per finire, se vuoi conoscere meglio la regione Veneto fonte di ispirazione delle ricetta, ti consiglio di fare una visita nelle pagine del Gran Tour d’Italia di AIFB  
Share

2 Commenti

  • comment-avatar
    Monica Campaner 3 giugno 2018 (21:48)

    Che voglia questo risotto 😍😋 e che voglia di provare questo riso 🍚

    • comment-avatar
      Prelibata 4 giugno 2018 (12:30)

      Grazie Monica… faremo un ordine di gruppo per non rimanere mai senza.;)

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: