“Camminando la terra” con Luigi Veronelli

“Camminando la terra” con Luigi Veronelli

“Camminando la terra” con Luigi Veronelli

 

“Chi cammina la terra sa che l’importante non è arrivare, ma procedere, passo dopo passo. Camminare

la terra è esprimere il nostro vivere in continuo movimento. Talvolta occorre fermarsi per

riposare o per pensare e per gioire o per piangere, e alla fine ricominciare a camminare. Fermarsi

anche per ricordare e rivivere la strada percorsa”. (Luigi Veronelli)

 

 

‘Camminando la terra’ con le proprie gambe Luigi Veronelli (critico, enologo, gastronomo e scrittore) ha vissuto con amore struggente e rivoluzionario il nostro Paese, quello della civiltà contadina e della buona tavola, del vino e dell’olio extravergine, della bellezza e delle sue mille contraddizioni, e ne ha  analizzato in maniera lucida e puntuale i fattori di sviluppo economico e sociale.

La mostra dedicata alla sua opera, curata da Alberto Capatti, Aldo Colonetti e Gian Arturo Rota, non poteva che intitolarsi “Camminare la terra”, ricalcando la sua opera ma anche la sua profezia: dalla terra bisogna ripartire. Sempre.

Un’occasione speciale per concedersi un fine settimana diverso dal solito, addentrandosi alla scoperta del metodo di lavoro, della formazione e delle proposte per il futuro del “complesso” Veronelli, e per fare strumento dei suoi insegnamenti in un momento tanto critico per la storia sociale ed economica del nostro Paese.

Uomo poliedrico visionario, Luigi Veronelli è stato molto più di un editore, di un giornalista o di un gastronomo. È stato attore e testimone della profonda trasformazione della società e dell’economia del nostro Paese nella seconda metà del secolo scorso.

Il suo lavoro, durato circa 50 anni, è presentato in più sezioni tramite un percorso espositivo che consente di rappresentare il suo pensiero, la vita e l’impegno, dalla sua collocazione anarchica alle molte battaglie nell’ambito non solo della sua attività giornalistica ed editoriale, fino ai contatti negli ultimi anni con i centri sociali, ma anche il ruolo di primo divulgatore della cultura enogastronomica per il pubblico televisivo, l’inventore di un nuovo linguaggio per comunicare il cibo e il vino, il sostegno alle produzioni di qualità.

 

I visitatori della mostra avranno la possibilità di vivere un’esperienza multisensoriale unica grazie

al supporto della tecnologia Vocal-it® One, la App che, attraverso i codici QR, permetterà ai visitatori

di essere accompagnati lungo il percorso espositivo dalla voce di Luigi Veronelli.

 

 

timthumb

 

Luigi Veronelli – camminare la terra

21 gennaio – 22 febbraio 2015

 

LA TRIENNALE DI MILANO

Viale Alemagna, 6, 20121 Milano

martedì/domenica 10.30-20.30 – giovedì 10.30 – 23. Lunedì chiuso.

Ingresso Libero

www.camminarelaterra.it

 

La mostra dalla Triennale di Milano si trasferirà a Bergamo, dal 1 maggio al 31 ottobre 2015.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: