Grigliata di carne, poche regole per un’ottima riuscita!

Grigliata di carne, sembra facile!

Che ci vuole per fare una grigliata di carne?

Un camino con griglia, oppure un barbecue all’aperto, una compagnia con un buon appetito, delle buone birre messe in fresco o del buon vino rosso alla giusta temperatura ed il resto è semplice!

In effetti, invitare gli amici per  fare una grigliata è uno di quegli inviti con apparentemente meno complicazioni dietro l’angolo.

L’uomo è solitamente l’addetto al barbecue,  eccetto a casa mia,

dove i miei anni da scout sono tenuti in considerazione per questa mansione. 😉

La donna, porta le birre o il vino,  per allietare l’accaldato fuochista, solitamente in compagnia degli amici e porta il vassoio di carni miste quando è il momento della brace pronta.

  • Ma quand’è veramente pronta la brace?
  • quali carni sono migliori per un’ottima grigliata?

Ecco perché,   nella giornata della grigliata celebrata dal calendario del cibo Italiano, non metterò una ricetta, ma i consigli utili, per ottenere sempre una buona grigliata di carne e non solo.

Vi può interessare?

Allora seguitemi fino alla fine 😉 

Prima di tutto la spesa;

La carne  da scegliere per un’eccellente grigliata di carne:

Nella scelta dei tagli adatti per il barbecue è meglio orientarsi su carne magra di ottima qualità.

Le carni da grigliare generalmente non hanno bisogno di tanta preparazione:

  • Eliminate il grasso in eccesso, colerebbe sulle braci e le farebbe fiammare.
  • Praticate piccole incisioni sui bordi delle bistecche e delle braciole per evitare che la carne si accartocci.
  • La Marinatura è adatta a quelle carni che vi aspettate che una volta cotte possano perdere in morbidezza.

Lo spessore ideale per le bistecche è di 2 cm.

I tagli adatti sono:

  •  Manzo: filetto, scamone, culaccio, codone, roast beef, rosa costata, fesone di spalla e costolette.
  • Vitello: Fesa francese, costolette, nodino.
  • Maiale: coscia, lombatine, carrè, puntine
  • Agnello: cosciotto, sella, carrè.

Per ottenere una carne cotta perfettamente dovete per prima scottarla sulla brace per circa 2 minuti per parte, girando la carne una sola volta.

In questo modo la superficie della carne trattiene all’interno i suoi succhi e tutto il suo sapore.

Quindi spostate la carne nella parte più fredda della griglia per continuare la cottura.

Nel barbecue è utile tenere le braci nella parte centrale e porre la carne tutta attorno ma mai direttamente sopra.

Nel camino,  si prende di volta in volta con un rastrello la quantità di brace per la cottura da distribuire sotto la griglia.

  • Per una cottura al sangue dopo la scottatura iniziale,  cuocete  ancora per 1 minuto o 2 per lato.
  •  Cottura media occorrono 2 o 3 minuti per lato ( la carne deve risultare leggermente elastica);
  • Ben cotta, occorrono 4 o 5 minuti per ogni lato ( la carne deve risultare compatta).

Le migliori carni alla griglia sono abbrustolite e rosolate esteriormente, mentre restano rosa e succose all’interno.

Ricordate che per ottenere i migliori risultati dovete cuocere la carne con braci di legno o di carboni ardenti, ma mai con le fiamme vive.

Altro problema da risolvere:

COME NON FAR ATTACCARE LA CARNE ALLA GRIGLIA

Utilizzate il grasso in eccesso della carne per ungere la griglia.

Con l’aiuto di un pennello che potete fare anche con rametti di aromi, rosmarino, salvia e anche origano, potete ungere la carne e passare i rametti anche sulla griglia in modo da evitare che la carne si attacchi ad essa.

Attenzione, niente forchettoni  PER  GIRARE LA CARNE SULLA GRIGLIA

Utilizzate sempre le molle o pinze, come le volete chiamare, mai una forchetta dato che può far fuoriuscire i succhi dalla carne, causando fiammate sulla brace e rendendo la carne dura.

IL GRADO DI COTTURA come si controlla?

Basta premere con la parte posteriore di una forchetta il pezzo di carne.

La carne al sangue sarà tenera, quella mediamente cotta sarà elastica e quella ben cotta sarà compatta.

Non tutte le carni si grigliano allo stesso modo

 LA CARNE DI MAIALE:

è delicata e  necessita, per la cottura, di un calore dolce.

Grigliate la carne di maiale su carbonella, o braci non troppo calde, quindi mettetele a cuocere verso la fine della vostra grigliata.

La cottura del  POLLO:

Ungete il pollo con oli aromatizzati in modo da mantenere morbida la carne e darle un tocco di sapore in più.

Per il pollo sono ottime le marinature.

 

QUANDO LA CARNE E’ PRONTA DA METTERE SUL FUOCO?

Dopo la marinatura ( se viene fatta) e la sosta in frigorifero, lasciate la carne a temperatura ambiente prima di cuocerla per almeno  30 minuti e anche qualcosa di più (dipende dalla temperatura esterna).

I 30 minuti  servono ad avere  una carne con cottura uniforme.

Attenzione NON SALATE la grigliata di carne prima di cuocerla, perché il sale asciuga  i liquidi  rendendo di conseguenza la carne,  secca e dura

GRIGLIATA CON SPIEDINI

Se usate gli spiedini di bambù immergeteli prima in acqua fredda per evitare che si brucino sul barbecue.

Ed ora passiamo alle marinature 😉

Marinate e condimenti  per grigliate di carne e non solo.

Le carni cotte al barbecue e precedentemente marinate hanno un sapore ricco e inaspettato.

Di regola le marinate dovrebbero essere preparate 24 ore prima.

Più lunga sarà la durata della marinatura, migliore sarà il gusto della carne.

Generalmente la carne viene lasciata marinare per una notte perché diventi saporita e tenera.

Una buona base di partenza per una marinata è formata da dosi uguali di olio e di sostanze acide quali vino o succo di limone, (questo perché l’olio mantiene l’umidità e l’acido rende tenera la carne).

A questa base potete aggiungere a piacere erbe aromatiche, quali origano, rosmarino o basilico, spezie e aglio schiacciato, oppure la senape.

Se vi piace l’esotico anche diverse salse, di soia, la teyariki, la worchestershire.

Le combinazioni diverse che io amo sono miele ed agrumi che ben si abbinano al pollo, anatra o quaglie.

Il maiale è squisito insieme ad una marinata di salsa di soia, zucchero di canna e zenzero fresco grattugiato.

Un po’ di ricette di Marinature

Marinata semplice per carni rosse 

½ tazza di olio

metà tazza di vino rosso

2 cucchiai di salsa barbecue

cucchiai 2 di salsa di pomodoro

1 cucchiaino di worchester

Un cucchiaino di salsa chili

Una macinata di pepe nero

 Marinata di limone e aneto per carni bianche come pollo e quaglie.

½ tazza di succo di limone

¼ tazza di vino bianco

cucchiai 2 di aneto tritato

2 cucchiaini di zucchero

½ tazza di olio di oliva

2 cucchiaini di olio di sesamo ( facoltativo)

Marinata di limone e aglio, ideale per pesce di qualsiasi qualità e pollo.

Succo e scorze grattugiate di 6 limoni

½ tazza di vino bianco

¼ di tazza di olio

4 spicchi di aglio schiacciati

½ tazza di basilico fresco tritato

Sale e pepe a piacere

Amalgamate con cura tutti gli ingredienti.

 

Condimento al miele e zenzero, adatto alla carne di maiale, pollo o agnello.

½ tazza di succo di ananas

2 cucchiai di olio

½ tazza di succo d’arancia

¼ tazza di miele

1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato

Amalgamate molto bene gli ingredienti e spennellate la carne durante la cottura.

Ed ora buona grigliata di carne  😉

grigliata di carne

Share

Nessun Commento

    Lascia un commento

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: