Liquore di albicocche

Dedicato ad una zia che non c’è più ma che rimarrà per sempre nei nostri cuori con i suoi sguardi pieni di parole, con le sue parole che spesso significavano il contrario di quello che dicevano e

 con la sua passione per la cucina, per i prodotti dell’orto e degli alimenti genuini e naturali.

Molto di Prelibata è ispirato a quello che lei ci ha trasmesso e insegnato, a come toccava e annusava la verdura, alle espressioni che faceva quando sceglieva il cibo, non per la bellezza ma per il profumo.

Zia Grazia aveva un “pallino”, le piaceva tanto fare distillati ed infusi alcolici, che non beveva, ma annusava e godeva solo per il piacere di offrirli a suoi ospiti e di rimanere nella loro memoria per queste piccole magie.

Mitici il suo Finocchietto, da far concorrenza a quello del Convento fatto con la ricetta dei frati Minimi, il Limoncello, l’Agrumello, il Mandarinetto, l’Ananasso, la Cedrina e il Nocino,

chissà da lassù che faccia farà quando vedrà  questo mio liquore all’albicocca 😉

INGREDIENTI

20 albicocche
cannella in polvere
500 gr di zucchero
2 l di vino bianco secc0

1/2 l di alcol a 95°

PROCEDIMENTO

Lavate accuratamente le albicocche, dividetele a metà, eliminate il nocciolo e mettetele in una pentola con il vino.

Copritele e portatele ad ebollizione, facendo bollire per 5 minuti.

A questo punto togliete per un attimo la pentola dal fuoco,  aggiungete l’alcol, lo zucchero e un pizzico di cannella.

Rimettetela sul fuoco, riportate a bollore per alcuni minuti, quindi toglietela di nuovo dal fuoco e lasciatela raffreddare.

Ripetete questa operazione per altre due volte, infine lasciate raffreddare completamente a pentola coperta e tenete il liquido in infusione per 5 giorni.

Filtrate il liquore e imbottigliate.

liquore albucocche 2 002

Share

Nessun Commento

    Lascia un commento

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: