Aperitivo con Hugo e tartine di pane nero con frutti di bosco

Hugo ?

Ma chi è l’Hugo con il quale fare aperitivo?

Forse un biondone nordico dall’accento un po’ germanico?

E’ biondo e l’accento è Trentino, ha modi morbidi, freschi e vellutati, ma non fraintendetemi, Hugo è un coktail 😉

Viene chiamato “Hugo Spritz” e gli vengono affibbiati due padri creatori.

Ma io c’ero in quel rifugio a 2000 mt di altezza nella meravigliosa  Val di Fassa  fine  anni ’90, quando servivano quella bevanda.

Allora era semplicemente una bevanda rinfrescante, leggermente alcolico, servita con il  formaggio fresco ed i frutti di bosco.

Ora è un cocktail, diffuso nel Triveneto e anche oltralpe in Austria, Svizzera e Germania.

Prende il suo nome dal vecchio montanaro che faceva compagnia a Filippo, il figlio dei gestori del rifugio.

Hugo, anziano,  raccontava e beveva  qualche buon bicchiere di vino bianco trentino, servendo a Filippo che lo ascoltava, il vino bianco molto  allungato con lo sciroppo di sambuco e l’acqua.

Da questo ricordo nasce  l’Hugo spritz, che Filippo Debertol ha elaborato nel tempo facendolo diventare il  cocktail odierno.

Ingredienti

Dosi per calice

6 cl di Prosecco Dry

6 cl di acqua frizzante o seltz

3 cl di sciroppo di fiori di Sambuco

Foglie di menta

Fettine di lime

Preparazione 

Se il tempo ve lo permette, preparate i cubetti di ghiaccio con 1 foglia di menta e una fettina di lime

l’Hugo è un cocktail i cui ingredienti vanno versati direttamente nei calici.

Iniziate con le foglie di menta, ben lavata, aggiungete a piacere la fettina di lime, il vino, lo sciroppo l’acqua e i cubetti di ghiaccio 😉

 

hugo cocktail

 

Che cosa mangiare abbinato all’ Hugo spritz?

Tartine di pane nero con ricotta , sfoglie di sedano bianco e frutti di bosco  

Ho abbinato delle fettine di pane nero, segala e altri cereali tipico del Trentino,

un velo di formaggio morbido, ricotta, come veniva servito l’originale Hugo in rifugio.

Ho aggiunto del sedano bianco condito con sale, pepe e un filo di olio evo delicato.

  • Pelate bene la costa del sedano
  • con un coltellino togliete i fili presenti nella costa.
  • tagliatela sottilmente nella lunghezza, come per fare delle chips di sedano.
  • sminuzzatele e conditele.
  • Ponetele sopra la ricotta o il formaggio morbido

Completate con  Fragoline di bosco , mirtilli neri e qualche fogliolina di melissa ;

Vi sembra originale questa tartina?

Provatela e poi mi fate sapere 😉

Questa ricetta fa da ambasciatrice all’ Hugo-spritz per la giornata dei Cocktail del calendario del cibo Italiano, non  fermatevi qui ma continuate a scoprire nuovi cocktail 😉

giornata cocktail

 

 

 

 

 

 

Share

Nessun Commento

    Lascia un commento

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: