Risotto ubriaco al radicchio e Caciocavallo

Oggi ho percorso il gusto nel vero senso della parola, per fare questo squisito risotto con il radicchio Trevisano ho creato dei matrimoni inaspettati;

l’olio Olivastra di Intini Alberobello, dalle tonalità  dolci amare riconducibili all’erba e al mallo di mandorla crea una base al radicchio, amaro anch’esso ma reso ricco di sapore dalla sfumatore del vino rosso d’Avola di Agrigento, il tutto mantecato con il caciocavallo affumicato della costiera sorrentina e il parmigiano di casa Guarnieri.

Quattro artigianalità nel piatto, espressioni di 3 regioni Italiane , è proprio un percorso di sapori 😉

INGREDIENTI per 4 persone

1 scalogno circa 30 gr

Olio evo qb

150 gr di di radicchio di Treviso tardivo

120 gr di Caciocavallo affumicato  

320 gr di riso Carnaroli

100 gr di rosso D’Avola 

800 gr di brodo vegetale

una noce di burro

60 gr di parmigiano reggiano gratuggiato grossolanamente

PREPARAZIONE

Tritate grossolonamenteil parmigiano e il Caciocavallo.

Tritate lo scalogno e mettetelo ad abbordirsi con un pò d’olio in una risottiera.

Lavare e tritare il radicchio ed aggiungerlo allo scalogno. Salare e lasciare appassire per qualche minuto.

Aggiungere il riso e tostarlo, cioè finchè i chicchi diventeranno lucidi e simil trasparenti, a questo punto aggiungere il vino e lasciarlo sfumare, procedere poi con il brodo vegetale caldo,

aggiungerlo a mano a mano che il liquido si asciuga ed il riso cuoce. Per un buon riso non commerciale servonodai 15 ai 17 minuti.

Togliere dal  fuoco e mantecarlo con i formaggi e con una piccola noce di burro.

Un classico ever green 😉  Buon appetito!

risotto al radicchio rosso e provola 004

 

 

Share

Nessun Commento

    Lascia un commento

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: