• Mele

Torta di mele caramellate con frutta secca

La stagione delle Mele

Mele, ed è già Settembre!

Quando il verde mallo della noce si rattrappisce come una brutta pelle che si ritira portando alla luce un nuovo guscio.

Arriva l’autunno e con esso i suoi frutti, regalo del sole estivo.

Ma quanto profuma l’Autunno?

Una stagione che  sembra porti tristezza e fine, ma che in realtà arriva carica di doni.

Come le mele, che con l’autunno iniziano a proliferare, profumate e colorate sopra i banchi del mercato.

Come le noci che iniziano a cadere, pronte per essere raccolte,  come l’uva raccolta per la vendemmia e come le olive pronte a dare un nuovo olio profumato.

L’ Autunno, una stagione veramente profumata, che arriva forse per consolarci della fine dell’estate 😉

Io però non la rimpiango ..arrivo a Settembre con la voglia di Autunno!

L’energia che  mi abbandona durante i caldi mesi estivi, facendomi sentire come un mammifero d’acqua bisognoso di stare in ammollo, mi ritorna magicamente con l’inizio dell’Autunno e con essa la voglia di fare, cucinare e accendere il forno per sfornare 😉

Potevo mai rinunciare al grazioso invito di Francesca del blog Breakfast at Tiffany’s?

Noci

 

Le mele hanno una storia antica.

Se le mele sono le protagoniste di questo scambio di ricette (preferisco usare la parola scambio piuttosto della parola contest),

la prima cosa a cui mi è venuto da pensare è che le mele erano già  oggetto del desiderio nel giardino dell’Eden.

Immaginate  se Eva avesse avuto un forno a disposizione e invece di una sola mela avesse offerto una torta di mele al fortunato Adamo.

Povere mele, nel corso della storia hanno iniziato con l’essere oggetto di trasgressione, a veicolo della tentata uccisione della povera Biancaneve.

Vogliamo parlare di Guglielmo Tell e del suo povero figlio con la mela in testa?

Quante mele avrà infilzato il nostro Gugliemo tanto da essere così sicuro da accettare la sfida degli Asburgo?

Ma nella storia, una sorta di riscatto l’ha avuto questo frutto meraviglioso.

Tutti infatti sanno  che una mela al giorno toglie il medico di torno!

Oggi non più ..

Sembra che impoverite e presenti tutto l’anno e stoccate in celle frigorifere, perdano la loro ricchezza vitaminica e che, oltre al fatto che viene consigliato di mangiarle senza buccia, ne servono molte e molte di più per appagare il nostro fabbisogno vitaminico giornaliero.

Le Mele, conosciamole meglio!

Vi siete mai chiesti quanti tipi di mele esistono? e da dove provengono?

Iniziamo con il dire che la mela è un falso frutto.

Il vero frutto è il torsolo, nel quale sono contenuti i semi.

Esistono più di 2000 specie e sono originarie dei monti dell’Asia Centrale oggi chiamato Kazakistan.

Oggi è coltivata ovunque, dalla Cina alla Russia.

In Europa viene coltivata prevalentemente in Francia e in Italia settentrionale.

Le regioni che hanno importanti produzioni di mele sono in primis il Trentino Alto Adige, che ne produce il 50% della produzione Italiana ed il 10-12% di quella Europea.

Poi l’Emilia Romagna ed il Veneto, con meno della metà della produzione dell’Alto Adige.

Anche il Piemonte, la Lombardia e la Campania ne producono, ma in quantità molto ridotte.

La mela dell’Alto Adige è IGP e trova in questa terra le condizioni climatiche ideali.

Giorni caldi e soleggiati e notti fresche che ne garantiscono la maturazione.

Lo sapevi che è proprio l’importante escursione termica tra il giorno e la notte a favorire la formazione di fruttosio?

Lo sanno bene i 7000 frutticoltori uniti nel consorzio Mela Alto Adige IGP fondata nel 2000.

L‘Indicazione Geografica Protetta è particolarmente importante per tutelare le 13 varietà Alto Atesine.

Le mele Delicious, quali sono e come sono?

mele Da metà Ottobre ad Agosto. La Golden Delicious  è una delle più note, anche per tutta la comunicazione fatta da una nota marca. Ha la polpa croccante e il sapore dolce leggermente acidulo. Fu scoperta alla fine dell’Ottocento in Virginia, negli Stati Uniti e da allora ha conquistato il mondo. E’ ideale consumata cruda, nelle macedonie.

Ma è buona anche all’interno di classici dolci al forno o cucinata con carni tenere e molte spezie.  La delicious è una varietà di mele destagionalizzata.  Viene  raccolta verde e fatta maturare lentamente in atmosfera controllata.

mele  Della famiglia delle Delicious, ecco la mela Renetta, originaria della Val di Non.

 Dalla forma e dal colore irregolare è la varietà di mela usata spesso nelle torte di mele proprio per la sua consistenza.

mele  Anche le mele Stark sono della famiglia delle Delicious. Provengono dalla Val Venosta. Questa è la mela di Biancaneve. Ha una polpa fine e croccante, un sapore aromatico ed è particolarmente ricca di carotene e retinolo.

 

Quale  varietà di mela scegli?

MELEDa Settembre a fine marzo. E’ la prima mela ad essere colta nei frutteti dell’Alto Adige. Proviene dalla  Nuova Zelanda. La mela mela dal nome regale, Royal Gala  ha una polpa soda e croccante e un sapore dolce leggermente aspro. Si presta ad essere assaporata sia cruda che cotta, in gustosi antipasti con salumi e formaggi, oppure come ripieno in delicati bocconcini di carne. Ricca di vitamine, protegge il sistema cardiovascolare.

mele   Da inizio Ottobre a Maggio. La Fuji, di un bel rosso rosato è una delle mele più ricche di zuccheri naturali, in particolare il  fruttosio che fornisce  energia all’organismo con un apporto minimo di calorie. Le mele Fuji in tavola si sposano bene con i formaggi di media stagionatura ed è squisita nella classica torta di mele, negli strudel e nelle insalate miste con radicchio rosso e senape.

mele   Da Ottobre ad Aprile. Le Granny Smith, la varietà di mele usate per la mia ricetta. Hanno una polpa particolarmente croccante e rinfrescante perché è ricca di acqua e sali minerali in particolare il  magnesio, ottimo per la memoria. Perfetta per gli sportivi e per chi è a dieta. Ha un gusto originale che cattura anche i palati più raffinati. Ottima per una bella insalata con songino, valeriana, funghi champignon e pecorino.  Oppure tritata e messa sul fuoco con cannella in polvere e sale diventa un delizioso purè da consumare come antipasto.

mele La MelaAnnurca è un IGP Campano, presente in queste terre da almeno due millenni.   Piccolina  con buccia rossa striata e polpa bianca, croccante e  succosa. Una dolcezza acidula di ottimo sapore. Questa è la preferita della mia mamma.

 

Arriviamo ora alla ricetta.. era ora!

Che cosa ti serve per la Torta di mele caramellate

  • Questa torta è formata da due parti.
  1. L’impasto al quale accorperai le mele caramellate
  2. e la copertura con la frutta secca che renderà croccante la parte esterna della torta, mentre all’interno sarà molto soffice e morbida.

Mele

 

Per la copertura 

  • 25 gr di farina di tipo 1
  • 60 gr di zucchero di canna ( tienile da parte un cucchiaio o 2 che aggiungerai alla fine prima di infornarla)
  • 20 gr di burro
  • buccia a filetti di limone
  • 2+1  cucchiai di frutta secca tritata grossolanamente

Per l’impasto:

  • 200 gr di farina di tipo 1
  • 100 gr di burro
  • 175 gr di zucchero di canna
  • 2 mele Granny Smith
  • 2 uova
  • buccia di limone grattugiata
  • 10 gr di lievito per dolci
  • 2 pizzichi di sale (non dimenticate mai il pizzico di sale nei dolci, intensifica i sapori)

mele

 

Iniziamo a prepararla

  1. Scaldate su fuoco medio in una larga padella 1 cucchiaio di burro con 1 cucchiaio di zucchero, fino a quando lo zucchero inizierà a sciogliersi. Aggiungete le mele, poi cuocetele per circa 5 minuti, fino a farle caramellare. Lasciatele raffreddare
  2. Preparate la copertura: lavorate direttamente con le dita la farina, 50 gr di zucchero di canna, la buccia di limone e 50 gr di burro a pezzettini. Aggiungete anche 2 cucchiai dei frutta secca.
  3. Preriscaldate il forno a 180°. Lavorate il restante burro con lo zucchero e la raschiatura di limone. Aggiungete un uovo alla volta, poi la farina setacciata, il lievito e il sale. Quando il composto sarà omogeneo, aggiungete le mele.
  4. Distribuite l’impasto nello stampo imburrato e infarinato e arricchitelo con la copertura, che avete preparato. Distribuitelo un po’ come se fosse un crumble, tutto sbriciolato sopra  la superficie.
  5. Cuocete in forno per 45 minuti, ma dopo i primi 20 minuti, coprite la torta con della carta alluminio e scopritela solo durante gli ultimi 10 minuti di cottura.

mele

 

Mele

mele

Ti potrebbe interessare sapere che …

  • Condivido questa mia Torta di Mele caramellata nel blog di Francesca, dove molte altre blogger condivideranno dolci, dolcetti & co, tutti fatti con le mele..non vorrai perderti questa occasione?  Io un giretto me lo farei 😉 La porta per entrare è la foto del contest! Se non sei già entrata prima.
  • Ti potrebbe anche piacere la ricetta delle Delizie di ricotta con la salsa di Mele Annurche . Una ricetta molto semplice nata dopo aver visto fare la ricotta di fuscella. Ti racconterò la storia del nostro incontro, insieme alla  ricetta.

 

Share

Nessun Commento

    Lascia un commento

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: