Spaghetti all’amalfitana

Spaghetti  all’amalfitana

Da bambina nel mio palazzo abitava una famiglia di origini marchigiane, la figlia è stata per me una carissima amica d’infanzia.

In questa famiglia erano tutti appassionati di cucina, cucinavano benissimo con una tale padronanza e con tali risultati da rimanerne sempre incantata.

Mi affascinava osservarli e ascoltarli, quando facevano e parlavano di cibo, ma la cosa che più mi catturava erano le  provviste per l’inverno che mettevano in cantina.

Facevano conserve, marmellate, sott’oli , sotto aceti e succhi di frutta, raccoglievano frutta e verdura nel pieno della loro  stagionalità e  le conservavano, utilizzando sistemi antichi aiutati da qualche  strumentazione “moderna”( erano  gli anni ’70).

Il ricordo di quei sapori  e l’influenza che hanno avuto su di me, consolidano la mia convinzione, che il saper cucinare è il passo successivo del saper fare la spesa!

Quando ho conosciuto  Alessandro di Fantasia Napoletana io ho risolto il problema di amici che improvvisamente si presentavano  a cena o a pranzo e che, con grandi aspettative conoscendo la mia fama di “azzeccacarbugli”, sapevano che sarei  sempre riuscita a portare qualcosa in tavola, non sapendo però che spesso dentro la dispensa ed il frigo risuonava l’eco!!!!

Alessandro, nato e cresciuto ai piedi del Vesuvio, dove da sempre le massaie, come i miei vicini, nella stagione dell’abbondanza estiva raccoglievano ed essiccavano al sole le verdure per metterle sia sott’olio, per i momenti speciali, sia essiccandole  per i piatti di tutti i giorni.

La saggezza popolare  è maestra nel risolvere problemi quotidiani.

Da tutto questo nascono gli “spaghetti salva immagine” cioè la mia immagine, ma da oggi anche la vostra!!!!

Queste sono le verdure per preparare gli spaghetti all’amalfitana, zucchine, cipolla, pomodori e peperoni, ben dosati ed equilibrati, essiccati nel pieno della loro stagionalità.

Basta rigenerare le verdure  con un pò d’acqua tiepida  per poi passarle in padella con un filo d’olio, mentre cuociono gli spaghetti. Si versano infine gli spaghetti a metà cottura nella padella con le verdure per completarne la cottura, con pò di acqua  di bollitura degli spaghetti per creare un maggior amalgama.

prelibata_03-87

prelibata 19-09-14-160 Verdure per sugo all’Amalfitana

 

Conditeli con un buon olio EVO, come il DOP della costiera Capo Ateneo, tanto per rimanere nella stessa terra e accompagnateli con un buon vino. Noi abbiamo fatto un azzardo, però molto gradito, lo abbiamo accompagnato con del vino rosso Il Sapiente riserva red blend 2011 , della masseria Torricella di Alberobello, che ben si sposava a parer nostro al piccantino degli spaghetti.

prelibata 19-09-14-158

 

Non dimenticate mai la  QUALITÀ, neanche per i piatti da fare in VELOCITÀ. 

 

 

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: