Strudel di Mele

Paese che vai dolce tipico che trovi e quando si dice Strudel si pensa all’Alto Adige e  al sud Tirolo.

Panorami meravigliosi all’ombra di cime montuose tra le più belle del mondo, con una storia alle spalle che apre ferite ancora non completamente rimarginate.

Questo popolo e queste terre, cedute come pegno di guerra all’Italia,  hanno una  tradizione di meravigliosi piatti nei quali  rimangono ancora chiare le influenze Asburgiche.

Uno tra i dolci più  conosciuti è lo Strudel di mele,  anche nella mia provincia, per anni dominata dall’Impero Asburgico, è una ricetta inserita nei ricettari di famiglia.

Ci sono molte varianti di Strudel dolce, molto dipende dalla frutta di stagione utilizzata, è infatti  tradizione inserire la frutta del momento.

Oggi, quando lo strudel viene fatto in famiglia, si usa la sfoglia già pronta al posto della classica pasta da strudel, io vi consiglio almeno una volta di farlo seguendo questa antica ricetta … vedrete che ne varrà la pena!)

 

 

INGREDIENTI PER LA PASTA

250 gr di farina

1 Uovo

pizzico di sale

mezzo cucchiaio di zucchero

mezzo bicchiere d’acqua

50 gr di burro

PREPARAZIONE 

  1. Disponete a fontana sulla tavola la farina e nel mezzo metteteci l’uovo, il sale e lo zucchero.
  2. Mettete in un tegamino, su fiamma debole, l’acqua ed il burro, in modo che il burro si possa liquefare e l’acqua scaldare, ma non troppo.
  3. Versate l’acqua ed il burro sciolto in mezzo alla fontana e impastate lavorando energicamente finchè la pasta risulterà liscia, morbida e non appiccicosa alle dite.
  4. Ottenuto l’impasto, sbattete con forza e piuttosto a lungo la pasta contro il tavolo, allo scopo di  farle acquistare l’elasticità necessaria.
  5. Formate infine una piccola pagnotta.
  6. Scaldate una casseruola piuttosto ampia e vuota, quando sarà calda, coprite la pagnottina con la casseruola, facendo attenzione che le pareti della pentola non tocchino la pasta. Lasciate riposare per almeno 15 minuti.

Nel frattempo preparerete il ripieno.

7. Passati i 15 minuti, mettete la pasta sopra una tovaglia ben infarinata ed iniziate a tirarla con il mattarello anch’esso infarinato.

8. Quando l’avrete ben stesa, dovrà essere  ben sottile, con un pennellino, bagnato con del burro liquefatto, inumidite la pasta che a questo punto sarà pronta finalmente per stenderci sopra il ripieno.

 

INGREDIENTI RIPIENO

1 kg di mele

100 gr  ca. di burro

2 cucchiai di Pan grattato finissimo

Uvetta sultanina

Mandorle

Buccia di limone

Marmellata ( a noi piace molto aggiungere l‘Agrumela di Cà de Baghi)

Zucchero semolato e zucchero a velo

PREPARAZIONE STRUDEL

  • Sbucciate le mele, spaccatele in due per togliere il torsolo e tagliatele a fettine sottilissime. Se le mele fossero di polpa dura, è preferibile fare una brevissima cottura con pochissima acqua e 1 cucchiaio di zucchero.
  • In una padellina a parte fate rosolare la metà del burro con il pane grattuggiato.
  • Sopra la pasta tirata sottilmente  e sulla quale avrete passato una pennellatura di burro fuso, disponete le mele.
  • Spargete il pane rosolato con l’uvetta, messa prima in ammollo e poi scolata, versatevi le mandorle tagliate a filetti, la raschiatura di limone, dei cucchiai di marmellata messa qua e là e completate con abbondante zucchero semolato che spargerete un pò dappertutto.
  • Aiutandovi con la tovaglia, arrotolate la pasta su se stessa formando un lungo salsicciotto.
  • Schiacciate poi questo salsicciotto alle due estremità per rinchiudere bene il ripieno ed impedire che fuoriesca in cottura.
  • Molto delicatamente, aiutandovi sempre con la tovaglia, fate scivolare lo strudel su di una placca imburrata e infarinata o foderata di carta forno.
  • Lucidate lo strudel con del burro liquefatto  con un pennello e mettetelo in forno a 150° per circa 60  minuti.
  • Trascorso questo tempo, toglietelo dal forno, spolverizzatelo di zucchero a velo e …. gustatevelo!

VARIANTE DI PRELIBATA

Al posto del pane utilizziamo gli amaretti sbriciolati, insieme alle mandorle mettiamo anche i pinoli.

Lo strudel  andrebbe servito tiepido con una salsa di vaniglia, la stessa inserita nella ricetta della Crostadel , oppure con un buon Zabaione…, la ricetta ?  Prossimamente in questo blog 😉

strudel e pasta tricolore 003

 

Share

Nessun Commento

    Lascia un commento

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: